Le Lacrime di Eilat

 

Due testate nucleari da 80 Kilotoni recuperate da un sottomarino affondato e destinate a compiere una vendetta così atroce che nemmeno un gruppo fondamentalista islamico avrebbe il coraggio di concepire. Il piano è organizzato perfettamente e la caccia ai terroristi inizia con pochi fatali giorni di ritardo. Per fortuna le più grandi agenzie di intelligence del pianeta sono alleate nell’inseguimento, o perlomeno lo sono Andrej Makine, del controspionaggio dell’Ammiragliato russo e Sarah Wollny della DIAC, Defense Intelligence Analysis, di Washington, impegnati in una corsa contro il tempo che attraverserà Sahel, Mediterraneo e Golfo Persico. Se il piano fosse portato a termine, oltre a milioni di vittime, farebbe esplodere il Medio oriente. Ma il mondo è salvato da Andrej e Sarah con l’aiuto di iraniani e Mossad e... dall’etichetta di una comune T-shirt taglia S.

«Allora», cominciò, «devo raccontarti una storia che ti risparmio nei dettagli ma che più o meno suona così: poco più di un mese fa sono state trafugate due testate nucleari, da ottanta megatoni, da un vecchio sommergibile affondato...»

FOLLOW ME

  • Facebook Classic

© 2016 by Ezio Gavazzeni. Prodotto e creato con Wix.com

motel-309-312377_01

I'm a description. Click to edit me